Lo Yoga dei Luoghi

 

gallery/cropped-header_appiaday2019_1 (2)

Domenica 12 Maggio 2019, dalle 9:00 in poi, in occasione dell’Appia Day:

 

L'Appia Antica da Frattocchie a Roma e Yoga dei Luoghi: terza tappa della Via Francigena dei Castelli Romani.

 

Raduno e partenza: ore 9:00 dietro il Bar “L’incontro” di Frattocchie (di fronte al McDonald’s), presso il Punto Info Parco Appia Antica, Viale Daniele Manin, 1 - 00040 Frattocchie - Marino.

 

Visiteremo: la Villa dei Quintili, Capo di Bove, il Mausoleo di Cecilia Metella, la Villa e il Circo di Massenzio, la Chiesa del Quo Vadis, la Cartiera Latina, il Museo delle Mura e i più importanti monumenti funerari della Regina Viarum, e praticheremo lo Yoga dei Luoghi in posti d’incantevole bellezza e potentissima energia, guidati dalla nostra insegnante Giulia Yoga Bocale.

 

Inoltre, durante lo splendido Cammino, potremo godere dalle innumerevoli iniziative dell’Appia Day: degustazioni di prodotti tipici, musica, spettacoli, rievocazioni storiche, attività per bambini, mostre, laboratori didattici, incontri itineranti.

 

Pranzo al sacco / difficoltà bassa: 12 km totali / tappetino da yoga o plaid necessari / quota di partecipazione di 8 euro, comprensivi del ritorno in pullman turistico al punto di partenza / ritorno previsto: ore 17:00
.
Info e prenotazioni: 3662516585 (Rita) 

 

Organizzazione: Appia Day, Sentieri Selvaggi Trekking e Yoga dei Luoghi

 

http://www.appiaday.it
http://www.facebook.com/yogadeiluoghi/

http://www.facebook.com/trekking2017/

mail: yogadeiluoghi@yogadeiluoghi.it

 

Prenota la tua lezione di Yoga 
 

Per info contattare Giulia Yoga Bocale presso
Ass. Cult. Armonia del Ki, Via della Moletta n° 43 Ariccia.
Tel:.069330880-3317711666
www.armoniadelki.it 

 

"Allena il tuo corpo, Riquilibra la tua mente, Armonizza il tuo cuore"

 

gallery/2

Lo Yoga dei Luoghi ci consente di praticare lo Yoga, disciplina focalizzata al rilassamento del corpo ed alla calma della mente utilizzando il respiro, immersi in luoghi preziosi e senza tempo. Questo è un invito a vivere e conoscere i luoghi e la loro storia, attraverso la fusione virtuosa di Trekking e Yoga, in una superiore e affascinante disciplina.

 

Per raggiungere i luoghi prescelti si percorreranno sentieri naturalistici di notevole bellezza e carica energetica, per cui lo Yoga statico si fonderà con il Trekking dinamico, in una completezza assoluta di benefici e possibilità.

Attraverso la pratica dello Yoga dei Luoghi e della meditazione, si potrà cogliere l’opportunità per dedicarsi all’ascolto di se stessi, per riconnettersi con la natura e con le nostre origini.

Lo Yoga dei Luoghi è una pratica ad” impatto zero” in armonia con l’ambiente, dove l’utilizzo delle energie fisiche è focalizzato alla attivazione delle risorse energetiche interiori, per fondersi e completarsi con quelle esteriori. Questo fa sì che la pratica yogica sia strettamente connessa alla tutela ed alla valorizzazione dell’ambiente naturale e culturale.

Per questo motivo scopriremo e privilegeremo luoghi fondamentali sia per le loro caratteristiche paesaggistiche che per quelle storico-culturali, luoghi che sin dalle origini sono stati scelti come centri di vita e dunque tramandano e irradiano ancora memoria ed energia. La parola Yoga significa “unire insieme” collegare la realtà interiore con il mondo esteriore.

Abbinare il Trekking allo Yoga? Niente di meglio per concentrarsi su di sé entrando in sintonia con l’ambiente circostante e rafforzare i muscoli dopo lo sforzo intenso. Praticare lo Yoga al termine di una lunga escursione significa arrivare alla meta raggiungendo uno stato di profondo e consapevole benessere. 

I benefici

Se il Trekking potenzia la resistenza e la forza fisica, lo Yoga aiuta a sviluppare una consapevolezza maggiore dei propri movimenti e del respiro, aumentando la concentrazione e rafforzando la memoria. 

Queste due attività combinate permettono di migliorare il controllo di sé, qualità che si rivelerà utile in qualsiasi ambito. Lo sforzo di connettersi profondamente con il proprio corpo e la mente contribuisce ad allontanare problemi e ansie consentendo di approfittare in pieno delle bellezze naturali che ci circondano.

Inoltre lo Yoga viene in soccorso per alleviare i disturbi che può provocare il Trekking, come quelli muscolari o dell’apparato scheletrico. Infatti gli asana (posizioni) hanno il potere di ripristinare l’equilibrio e l’elasticità del corpo, soprattutto nella zona del tronco. Rafforzare i muscoli addominali anche grazie alla respirazione diaframmatica permette di migliorare la postura, con ricadute positive sull’apparato muscolo-scheletrico.

Cosa serve

Per praticare lo Yoga dei Luoghi non serve essere degli yogi professionisti o dei camminatori provetti. L’importante è conoscere se stessi e i propri limiti: scegliete di partecipare a un’escursione in base alle vostre capacità. Portate con voi, oltre allo zaino con tutto il necessario per il Trekking, anche un tappetino per fare gli esercizi e una coperta leggera per scaldarvi durante il momento di rilassamento. 

Giulia Yoga Bocale

 

 

La Mission

gallery/29216961_368231703654223_5691035291599503360_o